Capitolo secondo

《 La sua porta era aperta, ma io bussai un pochino lo stesso, tanto per far l’educato e cosí via. L’avevo anche visto, oltre tutto. Stava seduto in una grande poltrona di pelle, tutto arrotolato in quella coperta che vi ho detto prima.  Quando bussai mi guardò. – Chi è? – gridò. – Caulfield? Vieni,  figliolo -. 》


Il secondo capitolo si apre con la visita di Holden al vecchio e malato professor Spencer, che, nonostante l’età avanzata, ha suscitato nel ragazzo  un moto di simpatia, forse anche di affetto. Tuttavia, anche se durante l’incontro, il professore si mostra seriamente preoccupato per il futuro di Holden, la pena che inizialmente il ragazzo prova si trasformano pian piano in fastidio e poi in irritazione. Holden si pente di essersi recato a casa del suo insegnante e cerca di liberarsi al più presto, fantasticando dentro di sé sul suo imminente ritorno a New York…

Isabella Malatrasi dona la voce a Holden 

Samuel Cafasso dona la voce al professor Spencer

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: