Il giovane Holden; capitolo XIII

“Sono tornato a piedi fino all’albergo. Quarantuno meravigliosi isolati. Non l’ho fatto perché mi andava di camminare o cosa. Più che altro perché non mi andava di salire e scendere dall’ennesimo taxi. A volte ci si stanca di prendere i taxi, proprio come ci si stanca di prendere gli ascensori. Di colpo uno ha bisogno di camminare, e non importa quanta strada deve fare o quanti piani.”

Dopo una lunga camminata al freddo, della quale pure sente il bisogno, Holden rientra in albergo, dove gli viene offerto un incontro con una prostituta: con Sunny, però, vuole solo parlare, accettando comunque di darle il suo compenso…

Lara Liberti dona la voce a questo episodio. Buon ascolto!

https://open.spotify.com/episode/6IhyjOa7gu5sL2gTsPLukr?si=cJ8u1zL6SLmIonyS43PzBg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: